Mandriolo nella rete

Unità pastorale di Mandrio, Mandriolo e San Martino (Vicariato III - Correggio, RE)

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Missioni (Razole e...) Gemellaggio Mandriolo-Razole 29.4.2011. Inaugurazione della "nostra" chiesa di Razole

29.4.2011. Inaugurazione della "nostra" chiesa di Razole

E-mail Stampa
La nuova chiesa appena tinteggiata di bianco La nuova chiesa appena tinteggiata di bianco

Avevo preparato questo articoletto per il nostro giornalino, ma per il ritardo nella consegna non stato pubblicato. Lo inserisco quindi nel sito, data l'importanza della notizia.

« Certamente, mentre leggerete queste righe, saranno stati terminati i lavori di costruzione della nuova chiesa di Razole (India), finanziati da Mandriolo. Il parroco padre Katam Balthazar, infatti, ci ha informato di avere ricevuto in prestito i soldi che ancora gli mancavano per completare l'opera (5.658 euro); ne ha assicurato la restituzione alla diocesi perch conta di riceverli da Mandriolo. Pertanto...

29.4.2011, inaugurazione della chiesa parrocchiale di Razole 29.4.2011, inaugurazione della chiesa parrocchiale di Razole
29.4.2011, inaugurazione della chiesa parrocchiale di Razole 29.4.2011, inaugurazione della chiesa parrocchiale di Razole

Venerd 29 aprile 2011 avr luogo la solenne funzione per la benedizione e l'inaugurazione di questa nuova chiesa, presieduta dal loro "Amministratore Apostolico". Nel varcarne la soglia, i fedeli leggeranno, tra le altre, queste parole scolpite sulla pietra: "Built for the faith and with the help of the Parish of Mandriolo (Italy) and its parish priests, Don Giancarlo and Don Piergiorgio Nasi" (costruita per la fede e con l'aiuto della Parrocchia di Mandriolo e dei suoi parroci ...). Purtroppo nessuno di noi sar fisicamente presente all'inaugurazione...

Gi, daremo questo piccolo dolore sia ai nostri amici indiani sia ai Mandriolesi in quanto, nonostante il ripetuto e caloroso invito di padre Katam, non siamo riusciti ad organizzare il viaggio di qualcuno di noi: gli impegni, le difficolt, ecc. Certamente l'occasione era propizia e non si potuto sfruttarla, ma... chiss... mai dire mai...

Una cosa, per, assicurata: la vicinanza spirituale, non per modo di dire, ma realmente!!! Malgrado l'enorme distanza che ci separa, dopo tanti anni trascorsi insieme, siamo ancora uniti in Ges, non solo nella casa costruita per adorarlo, ma, come Lui vuole, "in spirito e verit". Dunque, il prossimo 29 aprile, contemporaneamente, da qui e da laggi, facciamo salire in cielo un grandissimo "grazie" per averci reso fratelli, per averci concesso di conoscerLo e di adorarLo. Insieme! »

 

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Commento: