Mandriolo nella rete

Unità pastorale di Mandrio, Mandriolo e San Martino (Vicariato III - Correggio, RE)

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Tempi che corrono Pillole I selvaggi e i frutti

I selvaggi e i frutti

E-mail Stampa

Quando i selvaggi della Louisiana vogliono ottenere dei frutti tagliano l’albero alla radice e li colgono. Così fa il governo dispotico.

Tien-An-Men

Tra le mani ho un’antica edizione francese dell’Esprit des lois, l’opera che rese celebre il barone di Montesquieu che la pubblicò nel 1748. Scritto in uno stile terso, secco e mordente, lo Spirito delle leggi introduce la celebre separazione dei tre poteri, il legislativo, l’esecutivo e il giudiziario, che sta alla base della moderna struttura dello stato. Sfogliando quell’opera m’imbatto in questa curiosa mini-parabola sui primitivi di una regione considerata come remota: la brutalità della loro soluzione di un problema immediato - placare la fame ottenendo subito una soddisfazione, ma precludendosi ogni futuro - diventa agli occhi del filosofo francese una parabola dei governi dittatoriali che forse possono anche risolvere un problema immediato in modo sbrigativo ma che creano danni dalla durata secolare.

Fuori di questo contesto politico, possiamo tentare un’applicazione individuale più immediata. La società contemporanea ci induce, con la sua frenesia, alla legge del “tutto e subito” con esiti catastrofici. Ci sono persone pronte a ogni nefandezza pur di ottenere in modo certo e immediato l’oggetto del loro desiderio. Ma c’è un altro effetto deleterio in questo atteggiamento: c’è l’incapacità di saper “conquistare” una realtà in modo profondo, cosciente e coerente. Si è perso, il gusto dell’allusivo, delle sfumature, dell’attesa emozionante, del corteggiamento, della stessa schermaglia amorosa. Si consuma tutto in modo veloce e brutale e si perde ogni sapore, ogni vero godimento, ogni intima e intensa conoscenza.

Tratto da “Mattutino” di Gianfranco Ravasi
(quotidiano “Avvenire”, ottobre 2003).



 

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Commento: